Articoli corrispondenti al tag: rizzoli

La Roma soffre ma vince contro il Sassuolo

di , 30 Marzo 2014 14:51

La Roma continua la sua corsa per consolidare il preziosissimo secondo posto che le consentirebbe di approdare dalla porta principale alla manifestazione calcistica europea più importante: la Champion’s League. Il risultato secco, 2-0 per i giallorossi farebbe pensare ad una gara tranquilla ma purtroppo non è stato così. Dopo appena ’16 minuti di gioco la squadra di Garcia passa in vantaggio grazie ad una prodezza dell’ottimo Mattia Destro. Pressing di Nainggolan su Missiroli, palla rubata sulla trequarti e suggerimento in profondità per Destro che con un morbido tocco sotto supera Pegolo. Con il passare dei minuti i giallorossi rallentano e il Sassuolo rialza l Prosegui la lettura 'La Roma soffre ma vince contro il Sassuolo'»

La Roma si arrende allo strapotere bianconero

di , 6 Gennaio 2014 16:31

Alla 18ª giornata si interrompe l’imbattibilità della Roma. Ad infliggere la prima sconfitta stagionale ai giallorossi, è la Juventus capolista, che già nelle scorse due stagioni aveva inflitto ai giallorossi sconfitte dolorosissime. La squadra di Rudi Garcia, a cui va dato il merito di aver affrontato i Campioni d’Italia in carica a viso aperto, dovrà fare il mea culpa sulla poco cinicità sotto porta e soprattutto sull’assenza di cattiveria agonistica nei momenti topici del match. I giallorossi giocano bene per circa sessanta minuti ma si arrendono alla seconda rete di Bonucci giunta sull’ennesima distrazione difensiva. Prosegui la lettura 'La Roma si arrende allo strapotere bianconero'»

Una Roma senza identità umiliata da una grande Juventus

di , 30 Settembre 2012 14:28


Juventus-Roma si gioca per la terza volta nell’anno solare 2012 e per l’ennesima volta, come dice il proverbio: non c’è due senza tre, la Roma soccombe ancora. Il risultato è sempre lo stesso: sconfitta con umiliazione, come a dire che il tanto decantato progetto di fare dei giallorossi una grande squadra per l’avvenire è ancora ai suoi primissimi passi, o che forse non è stato ancora fatto alcun passo in avanti. Dopo il successo in Coppa Italia e la l Prosegui la lettura 'Una Roma senza identità umiliata da una grande Juventus'»

Vucinic si riprende la Roma

commenti Commenti disabilitati
di , 2 Dicembre 2010 15:18

Vucinic-Goal

Dopo il forfait dato alla vigilia della trasferta contro il Palermo, causa una leggera distorsione alla caviglia, l’attaccante montenegrini Mirko Vucinic torna a disposizione di mister Ranieri intenzionato a schierarlo sin dai primi minuti nella gara contro il Chievo. Vucinic era ri­masto in panchina contro l’Udine­se e prima ancora contro la Fioren­tina. Delle ultime quattro partite di campionato ha giocato solo quel­la contro la Juventus. Solo sei gare da titolare in serie A, con tre gol all’attivo. Realizzati tutti all’Olim­pico: con Inter, Lecce e, su rigore, nel derby (esterno) con la Lazio. L’attac­cante ha voglia di rientrare. Prosegui la lettura 'Vucinic si riprende la Roma'»

Tra Juventus e Roma finisce in parità

di , 13 Novembre 2010 23:24

Totti-Vucinic

Tanto rumore per nulla, direbbe qualche scrittore d’oltre Manica. Roma e Juventus si annullano a vicenda facendo un favore più a chi le precede che a loro stesse. La partita molto combattutta sul piano fisico si è giocata su ritmi molto blandi con la Roma molto brava a gestire il possesso palla e la Juventus bravissima a pungere sulle fasce con un ottimo Pepe che quasi sempre mette in difficoltà un Riise lontano dai giorni migliori. Apre le marcature Iaquinta al 35′, risponde Totti su rigore (primo gol in campionato) nel recupero del primo tempo. Risultato sostanzialmente giusto per una partita equilibrata e giocata sul filo della tensione. Il pareggio consente ai bianconeri di raggiungere l’Inter a quota 20 punti, in attesa del derby di Milano. Prosegui la lettura 'Tra Juventus e Roma finisce in parità'»

La ROMA perde la Coppa e le staffe

di , 6 Maggio 2010 10:39

MexesPerrotta

Questa volta il 5 maggio non fa un brutto scherzo alla corazzata Inter, ma gli regala un Coppa Italia che si conquista meritatamente sul campo dopo una vera “battaglia” durata più dei novanta minuti regolamentari. A decidere il match è un grandissimo goal di “El Principe Milito Prosegui la lettura 'La ROMA perde la Coppa e le staffe'»

NAPOLI-ROMA: pareggio di Rigore

di , 28 Febbraio 2010 17:39

59760516

La tanto attesissima gara tra Napoli e Roma alla fine finisce in perfetta parità rispecchiando in tutto e per tutto l’inteo andamento della gara. Da una parte un Napoli voglioso e grintoso con tanta voglia di vincere e ben figurare davanti al suo pubblco e dall’altra parte una Roma ferita, dopo l’eliminazione dall’Europa League, che ha affrontato la partita con attenzione e molta cortezza senza mai sbilanciarsi ma dimostrando una grndissima autorità. La squadra di Ranieri si porta sul 2-0 grazie al rigore realizzato da Baptista al 14′ e alla rete di Vucinic al 20′, ma il Napoli, galvanizzato dall’ingresso di Denis, non si demoralizza e trova il gol della speranza con lo stesso argentino al 30′ e quello del pari allo scadere, con un rigore generosissimo concesso dal mediocre Rizzoli che viene realizzato da Hamsik. I giallorossi escono con l’amaro in bocca dopo aver assaporato la vittoria per buona parte della gara, ma la paura giallorossa, e la tenacia partenopea ha fatto il resto. Il primo tempo è molto vivace ed equilibrato, contrassegnato da un avvio assai promettente: la prima occasione arriva dopo 6 minuti, con Doni che alza sopra la traversa un tiro-cross di Rinaudo. La Roma risponde cinque minuti più tardi, con De Sanctis che si oppone in due tempi a una conclusione di Vucinic. La Roma assorbe il nuovo modulo (3-5-2) senza fatica apparente, è piuttosto il Napoli ad accusare qualche difficoltà in più, nella fase di impostazione della manovra. La gara scorre comunque su buoni ritmi, fra continui rovesciamenti di fronte e la sensazione che possa succedere qualcosa di grosso da un momento all’altro. E invece non solo non succede più nulla d’eclatante, ma col passare dei minuti le squadre s’aggrovigliano in un gioco appannato e sterile, fatto di poca profondità e molte (reciproche) stoppate sulla trequarti. Colpa e merito di un’accurata organizzazione di gioco, di una rigida impostazione tattica che non lascia sbavature e di un’attenzione maniacale al dettaglio. Con l’inconveniente che giocando entrambe le contendenti con quest’impostazione molto bloccata, la partita finisce con l’essere soffocata. Anche conclusioni e occasioni da gol si rarefanno. Fino al minuto 46′, quando Maggio ha la palla buona ma di testa non trova lo specchio, a Doni battuto. E il primo tempo finisce a reti inviolate.

SOCCER-ITALY/

Nella ripresa le squadre cercano di aprirsi qualche corridoio per arrivare in zona tiro, ma l’impresa è per entrambe molto difficoltosa. Soprattutto il Napoli appare in difficoltà nella fase di costruzione del gioco, la Roma si fa più attendista. La trappola scatta al minuto 13: Baptista scatta in area, Campagnaro lo stende. Rigre sacrosanto. Lo stesso brasiliano, dal dischetto, spiazza De Sanctis di destro: al 14′ Roma in vantaggio per 1-0. Due minuti più tardi Juan in area aggancia Quagliarella, che cade e attende il fischio di Rizzoli. L’arbitro, lontano dall’azione, arriva trafelato e fischia sì, ma segnalando una simulazione dell’attaccante del Napoli, che dunque viene anche ammonito. Il San Paolo contesta la decisione arbitrale, ma ormai il danno è fatto. Ma non è finita, perché Vucinic e Denis, entrato al 19′ al posto di Pazienza, regalano altre emozioni: il montenegrino al 20′ trova il suo sesto gol stagionale (il quinto nelle ultime 6 gare), l’argentino al 29′ sfiora il gol di testa e al 30′ lo trova, con un gran sinistro: è l’1-2 che riapre la partita. Il Napoli riparte a testa bassa, la Roma si mette in trincea, pronta però a innescare il contropiede. Mazzarri , che già aveva inserito Zuniga, manda in campo anche Cigarini. Ma è Denis la mossa vincente del match: l’attaccante al 44′ aggancia in area un pallone che chiede solo di essere spedito in rete, Mexes in un normale contrasto prende la palla di petto. La palla poi gli rimbalza sulla parte alta del braccio (dinamica natirale), ma, ahimé, per Rizzoli è rigore e in modo molto generoso indica il dischetto. Hamsik non sbaglia e il Napoli celebra la sua rimonta. Adesso De Laurentis, per un pò di tempo non piangerà più . . . ma a piangere è lo sport  . . . e la lealtà sportiva!

Fonte: www.gazzetta.it

ROMA-LAZIO: chi vince ha sempre ragione

commenti Commenti disabilitati
di , 7 Dicembre 2009 12:03

 

Prosegui la lettura 'ROMA-LAZIO: chi vince ha sempre ragione'»

MEXES “Io sto con De Rossi”

di , 2 Marzo 2009 20:44

 

Prosegui la lettura 'MEXES “Io sto con De Rossi”'»

INTER-ROMA afidata a Rizzoli

di , 27 Febbraio 2009 12:59

 

Prosegui la lettura 'INTER-ROMA afidata a Rizzoli'»

A TOTTI mille Euro di multa

commenti Commenti disabilitati
di , 15 Aprile 2008 13:52

 

Prosegui la lettura 'A TOTTI mille Euro di multa'»

Panorama Theme by Themocracy