Hellas – Roma finisce in parità con qualche rimpianto

di , 23 Agosto 2015 13:52

Dopo tanto parlare di mercato, ecco il primo responso del campo: nella prima partita di serie A, la Roma pareggia 1-1 sul campo del Verona. Succede tutto nella ripresa: sblocca Jankovic, risponde Florenzi dopo cinque minuti. I giallorossi mostrano gli stessi difetti della scorsa stagione: possesso palla sterile e a tratti difficoltoso a centrocampo, poche idee davanti. In più la difesa è ancora da registrare. Bene Dzeko, che ha fatto vedere tutte le sue qualità: poco servito però il bosniaco che raramente si è trovato faccia alla porta. Un po’ in ombra Salah, che ha trovato pochissimi spazi in avanti. La Roma dovrà crescere e in fretta: la prossima settimana c’è già la Juve.  Garcia preferisce Gervinho a Iago Falque in attacco, titolari Dzeko e Salah, con Totti in panchina. Stessa sorte per Pazzini nel Verona: Mandorlini schiera Jankovic e Juanito Gomez con Toni. I giallorossi ci mettono un po’ ad entrare in partita. Soprattutto la fase difensiva sembra ancora incerta. Davanti la sensazione è che quando la palla finisce sui piedi di Dzeko può succedere di tutto. L’impatto del bosniaco con il campionato italiano è ottimo: di testa la prende quasi sempre, è bravo nelle sponde di prima e si fa apprezzare anche per qualche recupero dietro. La vita per gli attaccanti romanisti però è dura: il Verona corre moltissimo, è aggressivo e dietro è molto coperto. L’occasione più clamorosa del primo tempo è dei padroni di casa: De Rossi salva sulla linea su un colpo di testa di Jankovic.

Dieci minuti di ripresa e Szczesny è chiamato ad un doppio intervento difficile dopo un errore di Manolas. La Roma fa una grande fatica a creare gioco: troppi gli errori nei passaggi, il Verona riesce a recuperare tantissimi palloni a centrocampo. Al 61′ arriva il gol dei padroni di casa: cross di Hallfredsson dalla trequarti, Jankovic sbuca alle spalle di Torosidis e a pochi passi dalla porta non sbaglia. Garcia interviene: dentro Keita e Iago Falque, fuori De Rossi e Salah. La Roma pareggia al 66′: il destro di Florenzi da fuori area finisce nell’angolino, con il portiere Rafael colpevole. Nei minuti finali entrano anche Ibarbo e Pazzini. L’occasione vera capita sui piedi di Pjanic al 90′: il bosniaco a tu per tu con Rafael si fa parare il sinistro che poteva regalare i tre punti alla Roma. Finisce 1-1 con molti rimpianti visto che con un maggio cinismo e maggiore intensità i giallorossi, nonostante un ottimo Verona, potevano fare bottino pieno!

I commenti non sono attivi

Panorama Theme by Themocracy