14 Agosto, Opening Day sotto il segno di Dzeko

di , 20 Agosto 2015 14:21

Come di consueto, da quattro anni a questa parte, la Roma si presenta ai tifosi con una mega festa che, ispirandosi ai grandi SuperBow  Americani, chiama a raccolta da tutte le parti del mondo il popolo giallorosso. Il 14 agosto scorso la squadra allenata da Rudi Garcia, per il terzo anno consecutivo, si è mostrata ai tifosi con tutti i nuovi innesti e con tutte le prospettive di fare un Campionato all’avanguardia puntando a quell’obiettivo sfuggito in queste due ultime stagioni. Dopo la presentazione al tifosi, in uno stadio Olimpico gremito in ogni sua parte, e dopo i forti boati che hanno accolto Capitan Totti, Edin Dzeko e Mohammed Salah, i giallorossi hanno affrontato, in una partita vera, i Campioni della Europa League del Siviglia. La Roma del primo tempo è a dir poco pirotecnica, con sei goals di vantaggio stende in modo inappellabile un Siviglia con la testa altrove. Ma alla fine, per via dell’orgoglio degli spagnoli, svegliatisi nella seconda parte della gara, la partita finisce solo 6-4 per i giallorossi. Protagonista della serata è l’uomo più atteso, il fiore all’occhiello della campagna acquisti, Edin Dzeko che sigla una doppietta alla prima con la maglia giallorossa. Ottimo l’impatto anche dell’altro nuovo attaccante giallorosso, Mohamed Salah, autore di un gol e di un assist. Assenti alla presentazione della squadra Yanga-Mbiwa (ceduto al Lione), Destro (poi passato al Bologna) e Cole (oramai in procinto di tornare nella sua Inghilterra). Primo tempo superlativo dei giallorossi che si portano in 7 minuti sul 2-0 con i gol di Dzeko (il bosniaco si presenta con un super bolide che fa esplodere l’Olimpico dopo 4 minuti) e Torosidis. La squadra di Garcia controlla il match e mette a segno un altro terribile uno-due negli ultimi minuti della prima frazione di gioco con Dzeko (assist di Salah) e Nainggolan (assist di Dzeko).

Nella ripresa la Roma continua ad attaccare mostrando una condizione fisica invidiabile contro una squadra capace di segnare 4 gol al Barcellona nella Supercoppa Europea di pochi giorni fa. C’è gloria anche per Salah che firma il gol del 5-0 dopo una splendida azione personale conclusa con un tiro di destro che s’insacca sotto la traversa. Seconda rete in questo precampionato per Salah. La ciliegina sulla torta la mette poco dopo Totti (entrato al posto di Dzeko). Non poteva mancare la firma del capitano che segna il gol del 6-0 su calcio di rigore. Negli ultimi minuti la Roma cala un po’ di condizione fisica e di concentrazione e si abbassa troppo. Il Siviglia ne approfitta e va a segno prima con Suarez, poi con Reyes. Prima della fine del match arrivano anche il terzo e quarto gol degli spagnoli che vanno a segno prima con Coke poi ancora con Suarez. Un finale, quindi, tutto da rivedere per i giallorossi che sembrano mostrare ancora delle lacune sul piano difensivo. Ma l’attacco fa sognare con Dzeko e Salah subito grandi protagonisti. Finisce 6-4 per la Roma. Una Roma esaltante e travolgente fino al 6-0, ma anche distratta e stanca nel finale con il peso dei 4 gol incassati dal Siviglia. Un finale di match che non rovina comunque la festa dei giallorossi che ricevono gli applausi del pubblico dell’Olimpico.

Fonte: www.corrieredellosport.it

I commenti non sono attivi

Panorama Theme by Themocracy