La Roma sconfitta a Lisbona . . .e mai convincente.

di , 2 Agosto 2015 12:57

La Roma fa un passo indietro rispetto alle amichevoli della tournée in Australia. La squadra giallorossa torna da Lisbona con una sconfitta per 2-0 contro loSporting, ma più del risultato è una prestazione poco brillante a far scattare un campanello d’allarme in vista di un altro test ben più impegnativo, il confronto con il Barcellona al Camp Nou tra quattro giorni. Contro i portoghesi è stata partita vera: i biancoverdi tra una settimana affronteranno il primo impegno ufficiale della stagione, la Supercoppa contro i rivali cittadini del Benfica, e con la Roma hanno fatto le prove generali. In un clima di assoluta festa, non sono mancate entrate dure e agonismo (con Yanga-Mbiwa espulso nel recupero per un intervento da censurare su Silva). È stata una partita vera, non un’esibizione, e questo ha messo ancora di più in evidenza i limiti atletici della squadra a poco più di venti giorni dall’avvio del campionato. La Roma non ha impressionato, ha creato poco con entrambe le formazioni schierate dal tecnico tra primo e secondo tempo, ma qualcosa da salvare nella serata dello stadio José Alvalade c’è: la prova di Szczesny, al debutto, che ha compiuto un paio di interventi molto complicati; poi la prestazione di Leandro Castan, sempre più pronto dal punto di vista fisico. Da rivedere soprattutto i movimenti offensivi: aspettando Salah e Dzeko, il lavoro a Garcia non manca. Con più brillantezza sulle gambe e un attacco migliore e più incisivo si potrebbe  aspettare una squadra decisamente migliore.

I commenti non sono attivi

Panorama Theme by Themocracy