Milan-Roma: 2-1, a San Siro è sempre notte fonda!

di , 15 Maggio 2015 14:30

San Siro maledetto per la Roma. Dopo l’ultima sconfitta di questo campionato con l’Inter tre giornate fa, arriva anche il ko con il Milan che ferma i giallorossi proprio sul più bello nella corsa al secondo posto. Decisivo sul 2-1 finale proprio il gol di Destro, ceduto a gennaio in prestito ai rossoneri e rimpiazzato daDoumbia.  La sfida di San Siro era un bivio decisivo per la squadra di Garcia, che vincendo poteva fare un grande passo avanti nel testa a testa con la Lazio. Era l’ultima sfida lontano dall’Olimpico, ora ci sono Udinese e Palermo in casa, e il derby. Il Milan veniva da tre sconfitte consecutive, e non vinceva da cinque partite. La squadra di Inzaghi non ha più obiettivi in questo campionato, ma sembrava quella con più motivazioni in campo. La Roma invece è tornata a mostrare i soliti problemi. Gli innesti, forse tardivi, di Iturbe e Totti hanno dato una scossa, ma non sono bastati. Garcia sceglie di confermare la squadra vincente nelle ultime due giornate, con Doumbia titolare in attacco accanto a Gervinho Ibarbo. In difesa Florenzi esterno destro conTorosidis a sinistra, e Manolas-Astori al centro. De RossiPjanicNainggolan a centrocampo. Totti si accomoda in panchina per la terza volta consecutiva. Anche Inzaghi schiera il 4-3-3 con Destro in attacco, supportato da Bonaventura e Honda. Dietro c’è Paletta al posto di Mexes.
La Roma parte subito forte con Gervinho che dopo soli quaranta secondi se ne va sulla fascia e mette un pallone velenoso al centro. Dopo la fiammata iniziale però, i giallorossi non prendono in mano la partita, lasciando parecchio campo al Milan. Al 13′ De Sanctis è reattivo e devia in angolo una conclusione pericolosa di Honda. La Roma sfiora il vantaggio al 17′ con un colpo di testa di Manolas che si stampa sul palo. Col passare dei minuti però, la squadra di Garcia rimostra i soliti limiti che nelle ultime giornate sembravano passati. Una lentezza nella manovra e una staticità degli attaccanti che non produce pericoli per la porta difesa da Diego Lopez. Al 30′ poi Gervinho in un’accelerazione accusa un problema al ginocchio e viene sostituito da Ljajic che non era in perfette condizioni fisiche e in forse fino all’ultimo secondo. Al 40′ Pjanic si fa soffiare un pallone a centrocampo da Destro e sul contropiede il Milan trova il vantaggio con Van Ginkel, alla prima rete con la maglia rossonera. Nella ripresa la manovra della Roma continua ad essere lenta e impacciata. Il solito Florenzi prova a stupire ancora con una botta al volo quasi impossibile che finisce al lato. Al 58′ arriva il gol che fa malissimo a Garcia: lo segna proprio Destro, che la società ha lasciato partire per Milano a gennaio forse con troppa leggerezza. L’attaccante, ancora di proprietà della Roma sovrasta Astori e di testa realizza un gol che può essere pesantissimo per il futuro dei giallorossi in Champions. Garcia butta subito in campo Iturbe al posto di un impalpabile Ibarbo, ma la Roma sembra alle corde e Bonaventura fallisce qualche minuto dopo una clamorosa occasione per chiudere il match.
Al 70′ Garcia si gioca la carta Francesco Totti, in campo al posto di Pjanic. Il capitano riapre la partita dopo tre minuti su rigore procurato da Iturbe. Il gol dà coraggio alla Roma che per la prima volta riesce a far soffrire un po’ il Milan soprattutto con le giocate di Iturbe sulla destra.  La rimonta però non riesce ai giallorossi che devono comunque ringraziare l’Inter di Mancini per aver fermato i rivali cugini . …

Un commento a “Milan-Roma: 2-1, a San Siro è sempre notte fonda!”

  1. MACRE scrive:

    A laziale!!!!!!!!!!!!!!
    Per te il derby non esiste? apro la pagina e vedo la foto di milano. VERGOGNATI

Panorama Theme by Themocracy