Roma-Rapid Vienna: Zeman intravede la sua Roma

di , 19 Luglio 2012 12:23


Quella di martedì scorso, nella gara amichevole contro il Rapid Vienna, è forse stata la prima vera Roma di Zeman, al contrario delle gara vista contro i neo promossi rumeni. I giallorossi si sono imposti per 2-1 sugli austriaci allo stadio Gerhard Hannapi di Vienna, grazie ai gol dei centrocampisti Pjanic e del redivivo Pizarro, e con Totti, schierato a sinistra, lodato da Zeman in conferenza stampa. Una partita vera, con le due squadre che non hanno lesinato impegno e colpi. Il Rapid, più avanti nella preparazione inizierà il campionato tra soli quattro giorni, ed è apparso al top della condizione fisica. La Roma, dal canto suo, è alla terza uscita stagionale dopo le due amichevoli disputate nei giorni scorsi con formazioni di dilettanti. I capitolini, che hanno lasciato il ritiro di Riscone, in Alto Adige, hanno infatti dimostrato di dover smaltire i carichi dei pesanti allenamenti delle scorse settimane, ma hanno offerto anche momenti di bel gioco. Ottima la prova del cileno Pizzarro, senza dubbio tra i più in forma nell’undici giallorosso.
Al 14′ alla prima vera occasione la Roma passa in vantaggio con Pjanic che approfitta di un errore di Pichler e supera il portiere austriaco con un tiro di destro. Trascorrono dieci minuti e Osvaldo sfiora il raddoppio su cross di Florenzi. L’estremo difensore del Rapid Vienna non si fa battere e riesce a parare. Al 28′ però arriva il pareggio dei padroni di casa con un gol spettacolare di Boyd. Prima centra l’incrocio dei pali in rovesciata, poi mette in rete con un’altra incredibile acrobazia. La partita è divertente e ricca di capovolgimenti di fronte. All’inizio del secondo tempo i due allenatori optano per un turn over quasi totale. Il Rapid Vienna sembra tenere in mano le redini dell’incontro, ma al 52′ ecco il gol di Pizarro servito alla perfezione da Okaka. Sul finale di gara la Roma di Zeman va vicino al terzo gol con Nico Lopez, ma Konigshofer evita il gol. Finisce due a uno per la Roma, con un passo avanti notevole rispetto alle prime uscite stagionali. E a proposito del tecnico romanista, a fine gara non ha mancato di lodare la prestazione di Totti che inaspettatamente “ha corso anche di più rispetto ad allora. Mi è piaciuto, ha fatto i movimenti giusti. Osvaldo è il centravanti? Oggi lo ha fatto lui. Comunque se Totti continua così, lo vedo meglio lì”. Poi sulla gara ha ammesso che “la vittoria che fa bene al morale, siamo molto indietro rispetto all’avversario che la prossima settimana inizia il campionato. Siamo a metà della preparazione e dobbiamo ancora migliorare. Non ho visto ancora il mio calcio, dobbiamo giocare con più ritmo: questa squadra ha grandi qualità e lo dimostrerà”.

Un commento a “Roma-Rapid Vienna: Zeman intravede la sua Roma”

Panorama Theme by Themocracy