Chievo Verona-Roma: ultima spiaggia per giocare in Europa

di , 1 Maggio 2012 14:12

Dopo appena 72 ore dal pareggio contro il Napoli, per la Roma è di nuovo tempo di tuffarsi nell’ennesima sfida di campionato. Stavolta l’avversario è il Chievo Verona guidato dall’ex giallorosso Domenico Di Carlo: dirigerà l’incontro Banti di Livorno, fischio di inizio alle ore 18. Quella di oggi pomeriggio sarà una gara cruciale che dirà se i giallorossi possono ancora credere nei sogni europei o se questa stagione è destinata a trasformarsi in un fallimento totale. Servirà una Roma aggressiva per avere la meglio su un Chievo Verona che ha costruito le sue fortune in casa, come la Roma d’altronde, (7 vittorie sulle 11 totali): un’impresa ardua, visto che la squadra giallorossa ha vinto solamente in 5 occasioni al di fuori delle mura amiche (Bologna, Parma, Novara, Napoli,Palermo). D’altro canto, i precedenti sorridono favorevolmente ai giallorossi: nei dieci confronti tra le due squadre la Roma non ha mai perso al Bentegodi, raccogliendo 4 vittorie e 6 pareggi. L’aspetto curioso è che la sfida tra le due formazioni, tranne in alcuni casi, ha sempre regalato molti gol ed emozioni. Un esempio su tutti fu il pirotecnico 4 a 4 del 30 aprile del 2006. Anche lo scorso anno fu pareggio: alla doppietta di Simplicio risposero i gol di Moscardelli e Granoche.

Alla consueta conferenza stampa, il tecnico asturiano ha cercato di glissare sul suo futuro, oramai molto incerto, almeno per noi, ma non per lui «Io ho già deciso, so al 100% cosa farò. Ci sono due possibilità, rimanere o andare via, è facile». Non è il momento di dire nulla: «Ho detto tante volte che sono un allenatore diverso – continua lo spagnolo – quando arriverà il momento dirò quello che penso. Quando parlerò con la società dirò tutto quello che è successo in questa stagione, faremo le nostre valutazioni e prenderò la mia decisione». E allora meglio concentrarsi sull’attualità, sulla trasferta di Verona. «Ho in testa solamente la gara con il Chievo e mi interessa solo vincere, altrimenti non avremmo alcuna possibilità ormai per lottare per l’Europa. La stagione non è ancora finita e speculare sul futuro non mi interessa. Io sono asturiano e noi siamo tutti combattenti». Non convocati gli acciaccati Stekelenburg e Rosi, mentre rientra De Rossi, assente per squalifica contro il Napoli. In porta dovrebbe andare Lobont, mentre in avanti la Roma riproporrà l’attacco che si è visto contro i partenopei: Borini – Totti – Bojan.

Fonte: www.asroma.it

I commenti non sono attivi

Panorama Theme by Themocracy